Bando Misura 6.2 Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra agricole nelle zone rurali

Misura 6: Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese; Sottomisura

6.2: Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali;

Obiettivo: Favorire la diversificazione in attività extra-agricole, con specifico riferimento ai settori di seguito elencati:

  1. Servizi innovativi relativi alla persona;
  2. Servizi innovativi nel campo della comunicazione e marketing;
  3. Artigianato;
  4. Trasporti;
  5. Commercio di prodotti non agricoli (ovvero non inclusi nell’Allegato 1 del Trattato);
  6. Ristorazione;
  7. Turismo rurale;
  8. Costruzione, ricostruzione o creazione di laboratori, locali e strutture per varie attività come la riparazione di macchinari ecc..; produzione e/o trasformazione di merci e materiali non agricoli;
  9. Trasformazione e commercializzazione di beni i cui prodotti finali (qualsiasi tipo di output) sono prodotti non-agricoli, ovvero non compresi nell’Allegato I del Trattato;
  10. Fornitura di servizi a tutti i settori economici, inclusa l’agricoltura e la silvicoltura, o alla popolazione rurale;
  11. Attività ITC, attività elettroniche computer-based e di e-commerce.

Dotazione finanziaria:

€ 5.600.000,00

Forma e intensità del sostegno:

Si applica il regime “de minimis” di cui al Reg. 1407/2013 e ss. mm. ii. Il sostegno, pari ad € 40.000,00, è concesso in conto capitale quale aiuto allo start-up.

 

Localizzazione:

Provincia di Potenza:

Abriola, Albano di Lucania, Anzi, Armento, Balvano, Banzi, Brindisi Montagna, Calvello, Calvera, Campomaggiore, Cancellara, Carbone, Castelgrande, Castelluccio Superiore, Castelmezzano, Castelsaraceno, Castronuovo di Sant’Andrea, Cersosimo, Chiaromonte, Episcopia, Fardella, Gallicchio, Ginestra, Grumento Nova, Guardia Perticara, Laurenzana, Maschito, Missanello, Montemilone, Montemurro, Nemoli, Noepoli, Pescopagano, Pietrapertosa, Rapone, Ripacandida, Roccanova, Ruvo del Monte, San Chirico Nuovo, San Chirico Raparo, San Costantino Albanese, San Martino d’Agri, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Sant’Angelo Le Fratte, Sarconi, Sasso di Castalda, Savoia di Lucania, Spinoso, Teana, Terranova di Pollino, Trivigno.

Provincia di Matera:

Aliano, Calciano, Cirigliano, Colobraro, Craco, Garaguso, Gorgoglione, Oliveto Lucano, San Giorgio Lucano, San Mauro Forte, Valsinni.

Sono inoltre ammissibili i Comuni di Accettura, Forenza e Vaglio di Basilicata che, in base ai dati ISTAT al 01.01.2019, registrano una popolazione residente inferiore a 2.000 abitanti.

Condizioni di ammissibilità:

L’accesso alla presente sottomisura è consentito a condizione che siano soddisfatti i seguenti requisiti:

  1. Iscrizione dell’attività extra-agricola alla CCIAA alla data di presentazione della domanda di sostegno;
  2. La partita iva dell’attività extra-agricola è stata aperta da non più di sei mesi a far data dal rilascio della domanda di sostegno sul portale SIAN, a pena di esclusione;
  3. L’attività extra-agricola ha sede legale in uno dei comuni di cui sopra;

Modalità di presentazione della domanda:

Domanda di sostegno deve essere rilasciata a SIAN entro 45 giorni consecutivi a far data dalla pubblicazione sul BURB n. 34.

SCADENZA 6 DICEMBRE 2019

 

Documentazione per pre sentazione domanda di
agevolazione

  1. Posta elettronica certificata
  2. Firma digitale
  3. Altra documentazione utile ai fini dell’attribuzione del punteggio di cui all’ Art. 10 del Bando
    della Sottomisura 6.2. (preventivi, titoli di disponibilità dell’immobile come atto di proprietà
    o contratto di locazione, eventuali autorizzazioni edilizie

Specificare:

  • Codice Ateco dell’investimento
  • Iscrizione dell’attività Extra agricola alla CCIAA.
    Per le società:
    - statuto
    - atto costitutivo
    - delibera assembleare che autorizza il legale rappresentante a presentare la domanda.

Lascia un commento