BONUS PUBBLICITÀ: firmato il decreto

Si tratta del credito d’imposta per gli investimenti relativi all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, anche online.
TAX CREDIT INVESTIMENTI PUBBLICITARI INCREMENTALI: Presidenza Consiglio dei Ministri, iMinistero dello Sviluppo Economico e Ministero dell'Economia e delle Finanze hanno firmato il decreto attuativo relativo al tax credit per investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, il cosiddetto bonus pubblicità.
BENEFICIARI: tutti i soggetti titolari di reddito d'impresa o di lavoro autonomo e gli enti non commerciali e enti no profit che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, il cui valore superi di almeno l’1% gli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione.
CONTRIBUTO: il credito d’imposta è stabilito nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati.
MAGGIORAZIONE: il credito di imposta è elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.
INVESTIMENTI AMMESSI: investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari  e  inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, ovvero nell’ambito della
programmazione di  emittenti  televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.
RISORSE: le risorse stanziate per il 2018 ammontano a 62,5 milioni di euro, di cui 50 milioni per gli investimenti sulla stampa (20 milioni per gli investimenti effettuati nel secondo semestre del 2017, più 30 milioni per quelli da effettuare nel 2018) e 12,5 milioni per gli investimenti da effettuare nel 2018 sulle emittenti radio-televisive.
DOMANDE: dal sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale e fino al novantesimo giorno. Presto la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Lascia un commento